Home / Food / Come utilizzare l’uva sultanina in cucina
uva sultanina

Come utilizzare l’uva sultanina in cucina

L’uva sultanina: un ingrediente versatile

L’uva sultanina, detta anche uvetta o uva passa, si ottiene tramite l’essicazione di una particolare varietà di uva. Il termine ‘sultanina’ deriva molto probabilmente dalla città di Sultania, nell’attuale Turchia. Ancora oggi questo Paese è uno dei principali produttori al mondo di questo alimento, insieme a Stati Uniti e Australia.
È un ingrediente molto versatile e può essere utilizzato sia per piatti dolci che salati, in pasticceria o in preparazioni salate di vario genere.
L’uvetta compare molto spesso nei mix di cereali, nei muesli, nelle barrette e negli snack energetici, ma può essere consumata anche da sola.
Si tratta di un alimento dotato di moltissime proprietà, ricco di vitamina C, E e K e di molti sali minerali con proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e antitumorali.
L’uvetta è un alimento energetico, ottimo per la salute, adatto sia a chi fa sport, ma anche per chi è a dieta.
Tradizionalmente, l’essicazione dell’uva avviene al sole, ma nella produzione industriale viene effettuata in appositi forni ed essiccatoi, per velocizzare e standardizzare la produzione. Il sapore dell’uva sultanina è particolarmente dolce e zuccherino. La disidratazione dell’uva, infatti, comporta l’eliminazione dell’acqua e una maggiore concentrazione degli zuccheri naturalmente presenti nell’acino. La disidratazione determina anche al fenomeno della cristallizzazione dello zucchero, che conferisce all’uvetta la sua particolare consistenza.
Secondo una popolare leggenda orientale l’uva passa nacque per caso, come spesso avviene per molte preparazioni tradizionali. A quanto si narra, un sultano stava gustando un grappolo d’uva quando fu attaccato da una tigre. L’uva fu quindi abbandonata al sole e quando, dopo aver avuto la meglio sulla fiera, il sovrano ottomano tornò al suo grappolo, lo trovò essiccato. Stanco e affamato per la lotta, il sultano addentò comunque i frutti, scoprendo così che erano diventati ancora più gustosi e zuccherini.



Ricette con l’uva sultanina

L’uva passa viene utilizzata sia per ricette dolci, ad esempio nello strudel di mele, sia in ricette salate, per insaporire insalate di pasta o di verdure e ortaggi, mix di verdure e macedonie di frutta. La sua dolcezza particolare e intensa può valorizzare un dolce o una torta ed essere utilizzata come piacevole punto di contrasto in piatti salati, oppure per conferire una vena agrodolce alle preparazioni. Per esempio, l’uvetta può essere usata per dare un tocco originale e particolare, anche su quiche e torte salate. In Italia viene utilizzata soprattutto per preparazioni tradizionali e popolari dolciarie. Ne è un esempio il classico panettone natalizio, preparato con uva passa e canditi.
Alcune preparazioni richiedono che l’uvetta venga reidratata. In altri casi, si utilizza invece secca, così come viene acquistata. Per reidratare l’uva sultanina, è sufficiente lasciarla immersa in acqua tiepida per almeno mezz’ora. Per creare dolci alcolici o per mettere sotto spirito l’uvetta non è possibile lasciarla semplicemente a bagno nel liquore. Prima, sarà necessario reidratarla con acqua: solo allora sarà possibile realizzare la bagna alcolica. In caso contrario, questa non verrà assorbita correttamente dal frutto secco.
L’uva sultanina si può preparare anche in casa, disidratando degli acini di uva al forno, ma si tratta di un ingrediente molto comune e facilmente reperibile, disponibile generalmente in tutti i supermercati e negozi di alimentari. In commercio, si trova uva sultanina e frutta secca in genere di grande qualità, selezionata e confezionata con molta cura.

L’uvetta a colazione, pranzo e cena

Come detto, l’uva sultanina può essere utilizzata in numerose preparazioni. Quindi, è semplice inserirla all’interno di una dieta varia ed equilibrata in diversi tipi di ricette, per consumarla abitualmente. L’uvetta, infatti, è in grado di apportare molti benefici all’organismo. L’uva sultanina può essere consumata sia a pranzo che a cena, visto che è facilmente digeribile. Nonostante il suo contenuto elevato di zuccheri, è indicata anche nell’alimentazione dei diabetici. Infatti, pare che sia in grado di contribuire a contrastare l’insorgere della pericolosa malattia.
L’uva passa si può consumare anche a colazione o come spuntino energetico durante la giornata. Uno dei lati positivi di questo frutto secco è che non necessita di elaborate preparazioni: basterà aggiungere un cucchiaino di uvetta ad un vasetto di yogurt o ai classici cornflakes per renderli più dolci, più sani e dare una marcia in più alla solita colazione.
Non esistono particolari controindicazioni all’eccessivo consumo di uva sultanina, anche perché, tradizionalmente, è difficile consumarne grandi quantità. Pur utilizzata spesso in cucina, raramente l’uvetta viene consumata pura, se non per piccoli e leggeri spuntini.

Valori nutrizionali e benefici dell’uvetta

Essendo essiccata, l’uva sultanina non contiene acqua ed è un vero concentrato di elementi molto importanti per garantire la salute dell’organismo.
Innanzitutto, è un alimento ricco di fibre vegetali che favoriscono il transito intestinale. Grazie al suo elevato contenuto zuccherino, l’uvetta può essere utilizzata come spuntino veloce ed energetico soprattutto da chi pratica sport.
L’uvetta contiene buone quantità di vitamine E e K, in grado di garantire un effetto antiossidante e antietà grazie alla loro capacità di combattere i radicali liberi. L’uva passa è anche un’ottima fonte di minerali, fra cui potassio, sodio, ferro, calcio e magnesio.
Come la maggior parte della frutta, questo alimento è estremamente povero di grassi e può essere utilizzato anche da chi sta seguendo una dieta o vuole provare a perdere qualche chilo di troppo. A causa del suo elevato contenuto di zuccheri l’uvetta è un alimento molto calorico che, però, in genere, viene utilizzato in quantità abbastanza ridotte da non incidere negativamente sul bilancio dei piatti in cui compare come ingrediente.
L’uva sultanina, quindi, quindi è un alimento adatto a tutti e in grado di apportare notevoli benefici al corpo. Se assunta regolarmente, l’uvetta contribuire anche a regolare la pressione sanguigna e proteggere la vista. È un alimento ottimo per risvegliare l’intestino pigro e, nonostante la lavorazione industriale, è un prodotto completamente vegetale, a cui non vengono aggiunti additivi di nessun genere.Perciò, è un alimento perfetto anche per vegani, vegetariani e per la maggior parte delle persone che seguono diete particolari.

Leggi anche:

lavazza a modo mio capsule

Capsule Lavazza A Modo Mio: qualità e convenienza

Quali sono le Capsule Lavazza a Modo Mio Da anni ormai, ma soprattutto negli ultimi ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *