Home / Food / Quale vino scegliere per il dessert?
vini da dessert

Quale vino scegliere per il dessert?

Molto spesso accade che ci si dedica maggiormente ad abbinare ai primi piatti i migliori vini, per poi perdersi con il dessert e ahimé ci si accontenta del primo che capita, quindi ci si limita a proporre uno spumante secco.

In realtà, le scelte possono essere tantissime, per questa ragione abbiamo pensato di scrivere questo post affinché tutti possano capire che al di là di uno “spumantino secco”, dietro ci possono essere molte altre opzioni. È bene sottolineare che il dessert ha lo stesso valore di tutte le altre pietanze, e pertanto merita una eguale attenzione nella scelta del vino da abbinare. Intanto sfatiamo il mito che i dolci vanno bene soltanto con lo spumante secco. Non c’è niente di più sbagliato. E’ vero che molte volte vige il principio della concordanza, quindi via libera al dessert  abbinato ad un vino dolce, ma e’ anche vero che molte volte per un particolare dolce occorre utilizzare un’altra tipologia di vino.



Gli accostamenti tra cibo e vino avvengono per analogia, come accennato in precedenza, o per contrasto. In quest’ultimo caso, fare un buon abbinamento non è per niente semplice perché bisogna valutare la corposità del vino, i suoi tannini e naturalmente il tipo di dolce. Se non si hanno le giuste conoscenze tecniche dunque, ecco che l’effetto che ne scaturirà sarà alquanto deludente.

E allora cosa bisogna fare?

Le varietà di dolci e vini sono infinite e così i relativi abbinamenti con il vino. Sappiamo tutti che i dolci si differenziano per il tipo di pasta utilizzata (lievitata e non lievitata), per il tipo di farciture impiegate e per il tipo di cottura.

Quindi a tal riguardo ecco qui di seguito alcuni parametri di valutazione che si possono prendere in considerazione affinché non si cada in errore:

  • per i dolci lievitati dunque, bisogna accostare dei vini dolci, freschi e morbidi;
  • per i dolci secchi (pasta frolla, pasta brisée, pasta sfoglia occorre accostare dei vini bianchi liquorosi molto profumati come il Moscato d’Asti;
  • per i dolci fritti va bene un vino bianco dolce dal sapore morbido e corposo. Il Ramandolo in questo caso potrebbe essere la scelta vincente;
  • per la pasta di mandorla, un buon vino caldo, dal sapore intenso e ricco come un passito di Albana di Romagna e’ un’altra ottima scelta;
  • per i dolci al cucchiaio , vini bianchi freschi, sapidi e di buona struttura sono quelli che vengono maggiormente apprezzati. Un Muscat de Rivesaltes e’ di sicuro un ottimo accostamento;
  • sul gelato invece non si ha alcuna speranza. Non esistono vini che si possono abbinare.

Abbinare quindi il dolce con il giusto prosecco o vino da dessert è molto importante, soprattutto se si vuol fare bella figura. Tra le tante proposte possiamo suggerire i vini in vendita online cantine di franciacorta che a tal riguardo, vantano un’ampia varietà di scelta, permettendoti di acquistare dalle migliori cantine.

Leggi anche:

pranzo di natale

Piccoli dettagli che possono rendere speciale il pranzo di Natale: impiattamento da chef

A Natale tutto deve essere un po’ speciale. La casa si veste a festa, così ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *