Tag: estensioni

2012, l’anno del .brand: i dot com lasciano spazio ai domini personalizzati

All’inizio era un .com. Poi sono arrivati tutti gli altri, quelli dei Paesi e quelli che .net, .org et similia. Ora il Board of directors dell’ICANN (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers)  ha approvato un nuovo piano business che promette di incrementare drasticamente il numero delle estensioni (o domini) a suon di cash, rispetto agli attuali 22: nel prossimo futuro le aziende saranno in grado di acquistare un unico dominio personale, di livello superiore, per il loro brand. Insomma, se per esempio la Nike vuole avere un suo spazio brandizzato – e ovviamente saranno già al lavoro su questo – probabilmente studierà un www.goto.nike, tanto per dire. Bisogna però stare in occhio: ci sarà solo una limitata finestra per l’acquisto di domini di primo livello, che inizierà a gennaio e durerà per 90 giorni. Le richieste per i nuovi nomi verranno infatti vagliate dal 12 gennaio 2012 al 12 aprile 2012, quindi è probabile che successivamente non sarà più possibile registrare un .qualcosa per anni. Ah, se vi passasse per la testa di approfittarne per comprare un .microsoft o .barilla o .versace, o qualsiasi altra marca del mercato mondiale (per infastidire o rivendere), sappiate che è una mission – quasi – impossible: il costo dei nuovi domini sarà sui 130 mila euro circa (185 mila dollari) e ci sono già delle procedure che verificano l’identità di chi propone, se è legalmente il possessore del copyright aziendale.

Pragmatika Srl 2010 - P.IVA 02088551201

Realizzato da kifulab