Home / Viaggi / Consigli utili per chi va a Gardaland
Blue Tornado a Gardaland

Consigli utili per chi va a Gardaland

Una vacanza sul Lago di Garda è quasi sempre associata a una visita, più o meno lunga a Gardaland, il celebre Parco divertimenti che sorge a Castelnuovo del Garda, in provincia di Verona. La posizione strategica e la qualità delle attrazioni offerte fanno di Gardaland un parco divertimenti europeo, esso infatti è raggiungibile in poche ore di viaggio da numerose città al di là del confine italiano; l’apertura inoltre dei voli low cost per Verona rende l’esperienza di vivere Gardaland davvero alla portata di tutti. Per chi non ha mai visitato il grande parco divertimenti può rivelarsi fondamentale avere dei consigli utili per risparmiare, per sapere come muoversi dentro e fuori Gardaland o magari per evitare le giornate più affollate.

Il parco divertimenti di Gardaland è un’attrazione internazionale e come è facilmente immaginabile nei periodi di alta stagione il rischio di trovare tanta gente al suo interno è molto alto; questo si traduce in file lunghe per poter provare i tanti giochi proposti al suo interno, code per i punti di ristoro e magari difficoltà a trovare un alloggio conveniente e possibilmente nei paraggi. Un primo consiglio, magari banale e scontato, è quello di cercare, per quanto possibile, di visitare il parco non proprio in altissima stagione e magari evitare le giornate del weekend durante le quali, come è facilmente prevedibile, si registra il clou di presenze. Ovviamente se la vacanza sul Lago di Garda è prevista durante il periodo estivo non si possono fare miracoli, magari si può cercare di andare a Gardaland nelle giornate feriali e non nel fine settimana.



Parlando di giornate affollate è opportuno considerare che il ponte di Pasqua è da considerarsi come un periodo di alta stagione; le zone prossime al Lago di Garda sono molto gettonate tra i vacanzieri pasquali e la tentazione di fare un salto a Gardaland, per la felicità di grandi e piccini, è sempre fortissima. Analogamente sono giornate da bollino rosso anche quelle a ridosso delle ricorrenze del 25 aprile e del 1 maggio, in tanti approfittando delle temperature ormai miti e del bel tempo si riversano sulle località costiere del lago.

Un mito da sfatare è senza dubbio quello che per trascorrere una giornata a Gardaland bisogna spendere un capitale. Già a partire dai biglietti d’ingresso è possibile risparmiare, prenotando per tempo, ad esempio su www.parchidelgarda.com, è possibile accedere a formule scontate o a coupon che consentono di ridurre sensibilmente il costo dei biglietti. Altra voce di spesa che può essere fortemente ridimensionata è quella relativa a pasti e merende all’interno del Parco; va subito sfatato il mito che all’interno di Gardaland è vietato introdurre cibo dall’esterno, chiunque, soprattutto chi ha bambini al seguito, può portare a sacco ciò che vuole e consumarlo nelle aree preposte. Stesso discorso vale per le bevande, per l’acqua inoltre è possibile fruire delle varie fontanelle potabili dislocate in vari punti del parco. Per quanto riguarda i ristoranti di Gardaland, anche in questo caso basta informarsi sulle promozioni, piuttosto frequenti, e sui coupon che assicurano sconti o menu a prezzi fissi particolarmente vantaggiosi.

Immagine by I, Sarion [GFDL, CC-BY-SA-3.0 or CC BY-SA 2.5-2.0-1.0], via Wikimedia Commons

Leggi anche:

vacanza studio

Vacanze studio: perché sceglierle

Studiare una lingua straniera può essere a volte noioso e certamente è un percorso faticoso ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *