Home / Web e Adv / Twitter AdSense: pesce d’aprile o realtà?
twitter adsense

Twitter AdSense: pesce d’aprile o realtà?

Verità o finzione? Errore di uno stagista – prontamente licenziato – o grande pesce d’aprile targato Twitter?

Poche ore fa è stato pubblicato uno screenshot molto ambiguo su Flickr da parte di un dipendente di Twitter che pare aver condiviso in pubblico ciò che doveva rimanere privato. Il primo a darne notizia è un blog francese che riporta la palla a centrocampo dopo un autogol formato 2.0.



 

Come si può vedere, il messaggio incriminato sarebbe stato scritto da Isaac “Biz” Stone in persona, socio fondatore e grafico creativo di Twitter. È il primo aprile, tutti ci aspettiamo degli scherzi, ma se così non fosse… significherebbe che anche il microblogging si dà alla commercializzazione più spietata!

  1. Un’icona per distinguere i messaggi normali da quelli pubblicitari: nella nota time-line dei messaggi appare questa icona che accompagna lo spot.
  2. Il link: nel carattere è ben visibile il bold per distinguere certe lettere. Ciò significa che l’utente avrà a disposizione nuove funzionalità.
  3. Twitter AdSense: difficilmente avranno immaginato di scatenare una battaglia legale con Google, indi per cui viene lecito pensare a un accordo segreto tra i due!
  4. Gli annunci in relazione: come prima l’utente ha scritto “wearing my favorite tee”, subito dopo appare l’annuncio relativo a dei jeans. Siamo di fronte a una nuova frontiera dell’Adwords by Google?

Abboccare o prepararsi? Rimaniamo in attesa.

Leggi anche:

cartelloni pubblicitari

Pannelli pubblicitari, perchè sceglierli per pubblicizzare la propria azienda?

Parliamoci chiaro, senza pubblicità un’azienda non può far conoscere ai possibili utenti la propria attività ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *