Home / Cultura / Come affrontare un esame orale al meglio
Come affrontare un esame orale al meglio

Come affrontare un esame orale al meglio

Sono davvero tantissimi i modi per preparare un esame orale, la cosa più importante però è l’atteggiamento con il quale si affronta. Molte volte infatti la parte più brutta nella preparazione di un esame è il periodo di attesa che genera ansie e paure. La prima cosa da fare è evitare di farsi influenzare dalle esperienze altrui. Molte volte chiedere informazioni alla persona sbagliata, in merito ad un esame, può essere molto controproducente.

Alcuni sono soliti mentire in merito all’esperienza dell’esame, domande impossibili, professori super esigenti ecc. È fondamentale essere sereni e studiare in tutta tranquillità, solo così il cervello assimilerà le nozioni.

Gli anni all’università forse saranno gli anni più belli della vostra vita, non sprecateli tra ansie e paure varie, affrontate gli esami con calma e serenità, i risultati pian pian arriveranno da soli.

I diversi metodi di studio

Per quanto concerne i diversi metodi di studio, non esiste un metodo universale efficace per tutti. È necessario sperimentare diversi metodi di studio e pian piano riuscirai a capire quale sia il più efficace. Molti studiano sui propri riassunti, questo metodo può essere efficace per alcuni ma non di certo per chi è lento a scrivere.

Un altro metodo molto utilizzato dagli studenti è quello dei grafici, leggere il libro per poi disegnare degli schemi sul foglio. Questa tecnica è sicuramente efficace per chi ha una buona memoria visiva, mentre può risultare inutile per chi invece non ha memoria. Altri ancora riescono a preparare un esame leggendo solamente il libro, magari con qualche ripetizione orale, ovviamente questo è il metodo più semplice, ma per chi è abituato a scrivere/ riassumere è sicuramente inutile.

Quello che si vuole sottolineare è che tutti i metodi di studio possono essere efficaci e al tempo stesso inefficaci. Ciò che conta veramente è capire come studiare e quale sia il miglior metodo di studio per sé stessi. Forse la ripetizione orale della materia è il metodo più utile, poiché così si riesce a stimolare anche la memoria sensoriale: la ripetizione di un determinato argomento in un determinato luogo può suscitare un ricordo immediato quando successivamente si andrà a ripetere nuovamente l’argomento.

Per fare un esempio: rivedere una panchina sopra la quale in precedenza si era ripetuto un argomento vi riporterà alla memoria l’argomento ripetuto. Può sembrare assurdo ma è così, il nostro cervello infatti ragiona per associazioni e un determinato ricordo può essere associato ad un luogo o ad una determinata sensazione.

Un altro consiglio fondamentale nella preparazione di un esame è quello di evitare qualsivoglia tipo di scorciatoia. È sconsigliato utilizzare dispense o riassunti altrui, per quanto possa essere intenso lo studio si avrà sempre una conoscenza sommaria degli argomenti. Un errore che commettono molti studenti è quello di pensare a superare esclusivamente l’esame, prendere 30 in una materia e non avere una conoscenza della stessa è inutile. Nel mondo del lavoro non conta solo il voto ma ciò che conta di più è la conoscenza.

Leggi anche:

leggere

Lo stato del mercato editoriale in Italia

Come va il mercato dell’editoria in Italia? Quanti libri vengono pubblicati e letti ogni anno? ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *