Home / Cultura / I motti latini sul coraggio più famosi
motti latini coraggio

I motti latini sul coraggio più famosi

I motti latino sul coraggio rispecchiano la mentalità dei nostri antenati che, nonostante l’idea che il fato fosse impossibile da modificare, non hanno mai abbassato la testa di fronte al destino.

Ecco perché ancora oggi i motti sul coraggio più famosi sono di origine latina, come riprova che il popolo romano si è contraddistinto nella storia dell’uomo come il più coraggioso.

Prima di parlare delle più famose frasi latine sul coraggio, però, vi consigliamo di dare un’occhiata ad alcuni articoli sui detti latini più famosi:

Ma torniamo a parlare degli aforismi latini sul coraggio più famosi.

 

Pericula timidus etiam quae non sunt videt

 

“Il pavido vede anche i pericoli che non ci sono” (Publilio Siro)

Il motto latino di Publilio Siro ci dice che le persone timorose, prive di coraggio, hanno sempre paura e vedono, infatti, pericoli anche laddove questi non ci sono.

Il coraggio eleva l’uomo e la sua dimensione.

Un’altra versione della seguente frase latina è “Cotidie damnatur qui semper timet” ovvero “L’uomo che vive nella paura è condannato ogni giorno”.

 

“Vina dant animos”, vino e coraggio

 

Il secondo motto latino sul coraggio è di Ovidio, per il sommo poeta “I vini danno coraggio“: questa espressione ricorda un altro detto latino molto famoso che parla sempre di vino, “In vino veritas“.

Forse perché dire la verità e mostrare coraggio sono più sinonimi di quanto sembri.

 

Ride, si sapis

 

Il celebre proverbio latino sul coraggio è di Marziale e si traduce in questo modo “Chi ha il coraggio di ridere, è padrone del mondo“.

E in effetti, soprattutto davanti a giorni difficili, bisogna avere il coraggio di ridere e prendere le cose con leggerezza: non trovate?

 

Fortes fortuna adiuvat, il motto di Terenzio

 

La celebre frase latina di Terenzio si traduce in italiano con “La fortuna aiuta gli audaci“, che rimanda al proverbio “Audentes fortuna iuvat” attribuito a Virgilio.

Il significato è molto semplice: per i romani soltanto chi avesse mostrato coraggio, avrebbe ottenuto una ricompensa dagli dei.

Rapportato ai tempi moderni il detto può essere coniugato in questo modo: “La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l’opportunità”.

 

Sàpere aude

 

Proverbio latino sul coraggio attribuito a Orazio, la traduzione italiano di “Sàpere aude” è “Abbi il coraggio di conoscere“.

Un detto validissimo al giorno d’oggi, dove spesso si preferisce non conoscere la realtà e rinchiudersi in mondi paralleli o virtuali in cui tutto asseconda il nostro volere.

Conoscere diventa un atto di coraggio, perché significa affrontare le conseguenze della realtà.

 

 

 

 

Leggi anche:

motto latino ognuno è artefice del proprio destino

Faber est suae quisque fortunae: cosa significa questo motto latino?

“Faber est suae quisque fortunae” è un motto di origine latina che da tempo viene ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *