Home / Economia / Come stipulare un’assicurazione sulla casa: cosa è utile sapere

Come stipulare un’assicurazione sulla casa: cosa è utile sapere

Le mura domestiche sono un bene straordinariamente importante al quale gli italiani difficilmente riescono a rinunciare.

L’acquisto di una casa può costare sacrifici immani, ma sempre più persone scelgono di comperare un immobile, di sistemarlo secondo il proprio gusto e di preservarlo, magari sottoscrivendo una copertura assicurativa.

L’assicurazione sulla casa consente di proteggersi dai rischi legati alla responsabilità civile, da eventuali danni che sono conseguenza di eventi interni o elementi esterni, da furti, incendi, problematiche legate alla struttura e tanto altro ancora.

Non ultime le coperture ad hoc per assicurare l’abitazione da eventi sismici, calamità naturali, tutele legali ecc. ecc.

L’assicurazione sulla casa: che cosa c’è da sapere prima di stipulare la polizza

Chi vanta la proprietà di un immobile si interroga sulle opportunità che può fornire la sottoscrizione di una polizza casa.

Assicurare la casa si rivela utile perché ci si tutela in caso di danni, si ottiene un risarcimento, si possono affrontare economicamente i disagi arrecati a terzi.

Sul come stipularla non resta quindi che valutare quali coperture inserire nel contratto e quali garanzie assicurarsi per ottenere la tutela adeguata.

Le garanzie inserite in polizza all’atto pratico sono in grado di fare la differenza.

Il mercato consente di acquistare una polizza cucita su ‘misura’. Infatti non esiste una sola tipologia di polizza, ma un consistente numero di opzioni, da abbinarsi per ottenere la copertura che meglio risponde alle esigenze individuali.

Fra le tipologie di polizza casa più diffuse troviamo:

. l’assicurazione per danni arrecati all’immobile;

. l’assicurazione per danni a terzi;

. l’assicurazione per assistenza nei casi di emergenza.

Consigli per l’acquisto di una polizza

La scelta quindi ruota attorno a garanzie e coperture, delle quali scoprire i costi attraverso la richiesta di un preventivo.

Il costo è un’ottima discriminante, un elemento chiaro e concreto che ci permette di decidere come stipulare la polizza.

È bene però non soffermarsi solo sui costi, perché possono rivelarsi relativi.

L’aspetto importante è dotarsi di una polizza che sia in grado di fornire una risposta adeguata alle esigenze, magari facendosi aiutare da un esperto di settore, seguendo i consigli di una guida pratica all’acquisto come quella che si può sfogliare all’indirizzo www.polizzecasa.net.

La polizza inoltre deve contenere clausole specifiche quali quelle riguardanti l’indennizzo, il massimale e la franchigia.

Assicurazione casa: valutiamo tutta una serie di aspetti

Prima di acquistare la polizza può essere utile sapere che:

. i costi di una polizza variano in base a garanzie e coperture previste dal contratto. Si va da un premio annuo minimo di 50-60 euro ad una media di 400 euro, per passare ad assicurazioni anche più consistenti con uno spettro di copertura decisamente ampio;

. la polizza furto e scasso offre una copertura più estesa del solo furto con garanzie anche in caso di danni arrecati a porte blindate, casseforti e inferriate;

. la polizza casa garantisce una copertura nel caso di danni a terzi, utile considerare tutta una serie di guai legati a cedimenti strutturali del fabbricato, compresi caduta di tegole e grondaie

. è bene valutare che l’assicurazione casa contro le calamità naturali, quali terremoti ed alluvioni, è detraibile al 19%

Leggi anche:

5 modi per imparare a fare trading online

Iniziare qualcosa di nuovo non è mai facile. Soprattutto, se lo devi fare con qualcosa ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *