Home / Food / I benefici effetti della frutta secca sull’organismo

I benefici effetti della frutta secca sull’organismo

Sapore invitante ed una ricca dote di minerali, vitamine e energia

La frutta secca si rivela perfetta a fine pasto o come spuntino

In versione fresca, secca o oleosa la frutta non può mancare per garantirci una dieta quotidiana corretta ed un consumo alimentare semplice e genuino.

La frutta secca porta con se uno straordinario apporto di benefici al nostro organismo, grazie all’elevato contenuto di minerali e vitamine e all’energia che è in grado di sprigionare.

Il segreto di un’alimentazione corretta parte dal presupposto che è necessario variare in termini di scelta, ed inserire nella dieta quotidiana cibi che possano sopperire in maniera genuina alle necessità primarie dell’organismo.

La frutta secca rappresenta quanto di meglio si possa consumare a supporto di una dieta equilibrata, ricca di cibi genuini.

I benefici della frutta secca

Fra le principali caratteristiche benefiche che contraddistinguono la frutta secca è impossibile non annotare:

  • l’elevata protezione cardiovascolare;
  • la riduzione del colesterolo cattivo;
  • l’apporto consistente di vitamine e minerali;
  • la capacità di contrastare i radicali liberi.

Sono tanti ed interessanti i motivi che ci portano a desiderare di consumare frutta secca, a partire dal sapore invitante che ci regala, ancor prima di pensare che si tratta di un alimento dai mille benefici, perfetto da portare con se anche per un semplice spuntino, o una scelta ‘spezza-fame’ a metà mattinata o a merenda, nell’arco del pomeriggio.

Noci, mandorle, nocciole, fichi essiccati, prugne secche e molti altre specie vantano proprietà straordinarie.

Oggi possiamo scegliere di acquistarli anche scorrendo una vetrina virtuale, la frutta secca disponibile online è un’opportunità interessante ed è sinonimo di ampia scelta e qualità.

La frutta secca ci offre un interessante apporto di fibra alimentare, che svolge un’azione antiossidante ed un concreto aiuto per l’intestino.

Sono estremamente ricche di fibre varietà di frutta secca quali anacardi, mandorle, cocco e noci pecan.

Non è davvero trascurabile un elemento quale la prevenzione, che è in grado di garantire un consumo mirato di frutta secca. A fare la differenza la presenza di acidi grassi essenziali, appartenenti agli omega 3 e 6, fondamentali per combattere il colesterolo, proteggersi dall’insorgere di malattie cardiovascolari, dare la giusta scossa al metabolismo, e curare gli stati d’infiammazione.

Dalla frutta secca una ricca dote di proteine, vitamine e potassio

La frutta secca è particolarmente ricca di proteine vegetali, di cui sono un classico esempio mandorle e arachidi, ferro, che ci regalano a piene mani pistacchi ed anacardi, rame e zinco contenuto soprattutto nelle noci. Sono queste proprietà che permettono alla frutta secca di essere un degno sostituto di alimenti di origine animale.

Consumando mandorle e nocciole possiamo immagazzinare una ricca scorta di vitamina E, mentre un po’ tutte le specie ci permettono di apportare potassio, magnesio, calcio, fosforo, niacina, acido folico.

Frutta secca: perfetto un consumo moderato

La frutta secca, visto l’alto potere calorico, deve essere consumata con moderazione, scegliendo di variare specie, ed alternando la tipologia per beneficiare di tutte le potenzialità.

Un corretto apporto quotidiano considera il consumo di 15-20 grammi al giorno, la classica manciata, da assumere a fine pasto, o come spuntino mattutino, perfetta se abbinata ad un frutto fresco.

Prima di consumarla è importante essere certi di non avere allergie ad una qualche specie.

Leggi anche:

abbattitore

Che cosa sono gli abbattitori di temperatura

Abbassare la temperatura degli alimenti in modo repentino ed efficace è possibile grazie ad appositi ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *