Home / Lavoro / Spurghi Lecco: perché fare lo spurgo dei pozzi neri?
spurghi lecco

Spurghi Lecco: perché fare lo spurgo dei pozzi neri?

Trovare una buona ditta di spurghi a Lecco non è complicato.

Più che altro, è difficile capire quando cercarla, dunque ogni quanto tempo richiedere lo spurgo dei pozzi neri.

La frequenza infatti dipende dalle caratteristiche intrinseche del dispositivo, nonché da alcune particolari condizioni ambientali.

Ne parliamo qui, fornendo informazioni utili per chi vuole “prendersi cura” del proprio pozzo nero e fare in modo che conservi delle buone prestazioni anche a distanza di decenni dalla sua installazione.

Forniremo anche qualche consiglio per individuare una buona ditta per spurgo non solo dei pozzi neri, ma anche per spurgo fossa biologica a Lecco e provincia

La differenza sostanziale tra pozzi neri e fossa biologica

Per capire perché e quando effettuare lo spurgo dei pozzi neri, è necessario fare un distinguo tra questi ultimi e la fossa biologica.

Infatti, i due elementi vengono spesso considerati sinonimi, e a torto, viste le numerose differenze che si segnalano.

La differenza più importante, è che incide sulle dinamiche della manutenzione, è la seguente: le fosse biologiche hanno un’entrata e un’uscita; i pozzi neri solo un’entrata.

Ciò significa che la fossa biologica si svuota regolarmente, e in maniera autonoma, mentre il pozzo nero necessita di un intervento specifico. Ovviamente, il pozzo nero è normalmente più grande di una fossa biologica, proprio per evitare otturazioni e riempimenti frequenti. In genere, si tratta di una grande serbatoio a tenuta stagna e interrato.

Va da sé che il pozzo nero necessita di una manutenzione più accurata e frequente.

Non fosse altro perché le acque nere e acque grigie tendono a ristagnare, creando un ambiente insalubre.

Certo, essendo a tenuta stagna questo non impatta, o non dovrebbe impattare, sul terreno circostante, ma si segnala comunque il rischio di incrostazioni. Queste possono portare a otturazioni graduali, che pongono in essere la necessità di interventi invasivi

Ogni quanto effettuare lo spurgo dei pozzi neri

Dunque, il pozzo nero dev’essere svuotato e igienizzato abbastanza frequentemente.

Quanto frequentemente? Beh, dipende da alcune condizioni peculiari.

In primis, dalla grandezza del pozzo nero. Ovviamente, più è grande, più tempo può passare tra uno svuotamento e l’altro, in quanto tenderà a riempirsi lentamente.

A impattare è anche il numero delle persone che “serve”. I pozzi neri, viste le loro dimensioni, coprono il fabbisogno di più appartamenti. Se questi appartamenti sono tanti, allora il pozzo nero potrebbero riempirsi più velocemente del previsto.

Va detto che prassi e normativa esigono una certa ratio nella costruzione dei pozzi neri. Questi devono rispettare determinati standard, dunque è improbabile che si rivelino inadeguati o troppo piccoli.

Dunque, è possibile stimare con una certa precisione la frequenza con cui procedere allo svuotamento dei pozzi neri. In genere, tale attività andrebbe effettuata almeno una volta all’anno.

Le metodologie di costruzione e persino le normative sono omogenee, dunque tale frequenza può essere attribuita agli spurghi a Lecco, come a qualsiasi altra città d’Italia.

Prima di parlare delle ditte cui rivolgersi, è bene fare il punto sulle operazioni di svuotamento. Infatti, alcuni temono che siano invasive e molto costose. Di base, si dividono in quattro fasi:

  • Svuotamento di liquami e detriti mediante tubo aspirante ad alta pressione;
  • Lavaggio del contenitore con pompe ad alta pressione, che sono eventualmente in grado di disotturare i condotti;
  • Disinfezione del dispositivo;
  • Smaltimento dei rifiuti nelle apposite aree di smaltimento, in genere a cura delle ditte di spurgo.

A chi rivolgersi per gli spurghi a Lecco

Come specificato all’inizio, trovare una ditta di spurghi a Lecco non è complicato. Trovare una buona ditta è invece più complesso, dove per “buona” si intende capace di erogare un servizio all’altezza della situazione, rapido e a prezzi se non concorrenziali, comunque equilibrati.

Il consiglio, in questi casi, sarebbe quello di vagliare più ditte, analizzarne prezzi e servizi, e infine optare per quella che offre il miglior rapporto qualità prezzo.

Un impegno non da poco, e che richiede un bel po’ di tempo.

Dunque, perché non rivolgersi a una ditta che ha già dimostrato tutto il suo valore? Una ditta come Autospurghi Scardino, per esempio, è destinataria di tantissimi feedback positivi pubblicati da clienti ed ex clienti, i quali testimoniano la qualità dei suoi servizi.

Autospurghi Scardino spicca per la tempestività e l’efficacia dei suoi servizi, per prezzi più che equilibrati, per un approccio alla gestione della clientela basato sulla trasparenza. 

 

Leggi anche:

Le email ai tempi del coronavirus

In questo periodo di emergenza sanitaria sono, nostro malgrado, cambiate decisamente le nostre abitudini di ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.