Home / Viaggi / Francoforte: cosa vedere in pochi giorni
Francoforte: cosa vedere in pochi giorni

Francoforte: cosa vedere in pochi giorni

Francoforte è una città dalla dimensione metropolitana, vanta di essere la sede della Banca Centrale Europea, di possedere il terzo aeroporto più grande in Europa, di essere il terzo mercato azionario a livello mondiale e di essere leader nell’industria chimica. Tuttavia, nonostante la sua dimensione di vastità, è una città perfettamente a misura d’uomo. Per questo, può facilmente essere annoverata tra le città europee da visitare, tanto che una sua visita non richiede nemmeno molti giorni. Vediamo, quindi, quali sono le attrazioni cittadine che meritano una visita.

Römeberg

Questa è la principale piazza della città, e la sua peculiarità è quella di essere circondata da palazzi con travature in legno, che sono stati costruiti tra il XV e il XVII secolo. Tra questi palazzi, il più bello è la sede del Municipio, che nel corso del tempo si è ingrandito fino ad inglobare anche i palazzi adiacenti.

Al centro della piazza, invece, sorge la Fontana della Giustizia, chiamata così per la sua antica funzione. Infatti, nei secoli scorsi, la statua posta al centro della piazza aveva simbolicamente il compito importante di vigilare sulle attività dei mercanti, garantendo così la giustizia e l’equità di ciò che avveniva nell’intera piazza. 

La Goethehaus 

Come molti sanno, Francoforte è anche la città natale del famoso scrittore Goethe, uno degli esponenti più celebri della letteratura internazionale. 

La dimora oggi visitabile non è quella autentica in cui Goethe è venuto alla luce ed ha trascorso la vita; si tratta di una riproduzione, poiché quella originale è stata distrutta dai bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiale.

Kaiserdom

Si tratta della chiesa di San Bartolomeo, che viene considerata una vera cattedrale dai cittadini. La sua importanza, del resto, è del tutto indubbia: al suo interno ricevettero l’incoronazione ben dieci imperatori germanici del Sacro Romano Impero. 

La Chiesa è di impianto gotico, ma presenta alcune particolarità, come la presenza di tre navate molto corte e di un transetto molto ampio e capiente. 

Anche in questo caso, ciò che oggi è visibile ai turisti non è la costruzione originale, distrutta da un vasto incendio nel 1867 e dalle bombe cadute nel secondo conflitto mondiale, ma una fedelissima rappresentazione di questo. 

Museo Städel 

Questo museo porta il nome del fondatore e contiene 3000 dipinti, 600 sculture, migliaia di fotografie e disegni, tutti realizzati e rappresentativi dei diversi momenti storici che sono intercorsi tra il Medioevo e l’arte contemporanea

All’interno del museo sono conservate opere di Manet, Monet e Renoir, ma anche di Picasso, fino a quelle di Botticelli e Verneer. 

I grattacieli

Una visita della città non può essere legata solo alla dimensione storica di questa, per questo per godere appieno di un soggiorno a Francoforte, è il caso di prendersi del tempo per visitare i modernissimi grattacieli che ne popolano lo skyline.

I grattacieli sono circa un centinaio e hanno un’altezza compresa tra i 180 metri e i 300 metri. Uno solo è aperto al pubblico, si chiama Main Tower e corrisponde alla sede commerciale della banca Helaba. Questo grattacielo dispone di una piattaforma, posta a circa 200 metri di altezza, aperta ai turisti e da cui godere della vista della città.

Apfelwine

Non si tratta di un’attrazione da visitare, ma di una bevanda eccellente, che affonda le radici nella tradizione della città. Si narra, infatti, che già Carlo Magno fosse a conoscenza di questa bevanda e che molti suoi contemporanei la consumassero. 

Il nome è traducibile con “sidro, o vino, di mele” e viene servito in brocche di terracotta, specialmente nel quartiere di Sachsenhausen, che è considerato la vera culla di questa bevanda.

Leggi anche:

In crociera spendendo poco

Si tende a pensare che la crociera sia un viaggio “da ricchi”. In realtà questo ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *